Questo sito web utilizza i cookies tecnici. I cookies non possono identificare l'utente. Se si proseguirà nell'utilizzo del sito si assumerà il consenso all'utilizzo.
Se si desidera utilizzare i siti senza cookie o volete saperne di più, si può leggere qui

2 gennaio 2017 - Commemorazione dell'Appuntato degli Agenti di Custodia PASSERINI Giuseppe

Condividi

passerini

Civitavecchia, 1974.

Giuseppe Passerini, Appuntato degli Agenti di Custodia. Nato a Caprarola (VT) il 26 settembre 1927.

In servizio alI’Istituto di trattamento per giovani adulti di Civitavecchia, il 2 gennaio 1974 l’Appuntato Giuseppe Passerini viene colpito a morte da un detenuto ergastolano armato di una pistola a canna lunga, con la quale aveva costretto un sottufficiale dell’ufficio servizi a farsi accompagnare alla porta carraia con l’intento di evadere.

Giunti sul posto, Passerini, che aveva intuito il pericolo, spinse il sottufficiale all’interno della porta carraia e tentò di bloccare le uscite. L’ergastolano esplose un colpo a bruciapelo verso l’Appuntato che cadde esanime, quindi afferrò le chiavi e, prima di scappare, esplose altri due colpi verso Passerini ormai privo di vita. 

L’Appuntato Giuseppe Passerini è stato riconosciuto dal Ministero dell'Interno "Vittima del Dovere".

A Giuseppe Passerini è intitolata la Casa di reclusione di Civitavecchia.