Questo sito web utilizza i cookies tecnici. I cookies non possono identificare l'utente. Se si proseguirà nell'utilizzo del sito si assumerà il consenso all'utilizzo.
Se si desidera utilizzare i siti senza cookie o volete saperne di più, si può leggere qui

La Regione Lombardia premia la Polizia Penitenziaria

Condividi

milano assegnoIl Consiglio regionale della Lombardia premia la Polizia Penitenziaria

Ogni anno, nel periodo natalizio, i consiglieri regionali lombardi fanno una colletta, una piccola parte  viene destinata al rituale brindisi di fine anno e l’altra ad  una associazione che si è distinta per la sua attività nel sociale.

Quest’anno gran parte di questa raccolta è stata destinata alla sezione lombarda dell’Associazione nazionale di polizia penitenziaria, “perché - afferma Raffaele Cattaneo, Presidente del Consiglio regionale - le tante cose belle che vediamo accadere nelle carceri sono rese possibili dal vostro impegno e dal vostro sacrificio”.

Ringraziamenti sono stati espressi dal Comandante Amerigo Fusco, rilevando che tra i tanti meriti dell’iniziativa c’è quella di aver smontato uno dei tanti luoghi comuni che riguardano il carcere, del quale i media parlano solo quando succede qualcosa di negativo. Si dice che fa più rumore un albero che cade che una foresta che cresce. “Voi – questa l’opinione di Amerigo Fusco – avete il merito di aver spostato l’attenzione sulla foresta che cresce. Di esservi meritoriamente ricordati di coloro che contribuiscono alla sicurezza di tutti, anche dei detenuti. Di tutti coloro che sono interessati al bene comune”.

L’assegno è stato consegnato nelle mani del Comandante della Polizia penitenziaria della Casa di reclusione di Opera, Amerigo Fusco da Daniela Maroni, consigliera dell’Ufficio di presidenza del Consiglio regionale.