Questo sito web utilizza i cookies tecnici. I cookies non possono identificare l'utente. Se si proseguirà nell'utilizzo del sito si assumerà il consenso all'utilizzo.
Se si desidera utilizzare i siti senza cookie o volete saperne di più, si può leggere qui

Gruppo Operativo Mobile

Condividi

GOM bisIl Gruppo Operativo Mobile è stato istituito nel 1997 e definito normativamente con decreto ministeriale il 19.02.1999. Il GOM è chiamato a vigilare sul buon funzionamento del regime detentivo speciale di cui all’art. 41 bis dell’Ordinamento penitenziario ed opera alle dirette dipendenze del Capo del DAP.
I compiti affidati al Gruppo sono disciplinati dal D.M. del 4 giugno 2007 che gli ha attribuito la qualifica di unità di livello dirigenziale: cura la custodia dei detenuti sottoposti al regime speciale previsto dall’art. 41 bis comma 2 legge 26 luglio 1975 n.354, nonché dei detenuti che collaborano con la giustizia ritenuti, dalla Direzione Generale dei Detenuti e del Trattamento, di maggiore esposizione a rischio; gestisce le traduzioni ed i piantonamenti dei detenuti ed internati ad altissimo indice di pericolosità che possono essere effettuati, per motivi di sicurezza e riservatezza, con modalità operative anche in deroga alle vigenti disposizioni amministrative; interviene, su disposizione del Capo del DAP, in ogni altro caso determinato dall’esigenza di fronteggiare gravi situazioni gestionali.
Il GOM ha sede in Roma e dispone di 12 Reparti Operativi periferici costituiti all’interno degli istituti penitenziari. Il personale complessivamente impiegato è di circa 500 unità distinto in ufficiali del disciolto Corpo degli agenti di custodia, funzionari direttivi, ispettori, sovrintendenti, agenti del Corpo di Polizia Penitenziaria e personale amministrativo-contabile.
Al fine di aumentare i livelli di sicurezza, il personale del GOM non è mai stanziale nella sede dove presta servizio e ruota con cadenza quadrimestrale nei reparti operativi dislocati nei diversi istituti penitenziari del territorio.