Questo sito web utilizza i cookies tecnici. I cookies non possono identificare l'utente. Se si proseguirà nell'utilizzo del sito si assumerà il consenso all'utilizzo.
Se si desidera utilizzare i siti senza cookie o volete saperne di più, si può leggere qui

Corno

Condividi

corno franceseIl corno è uno strumento musicale a fiato facente parte degli aerofoni e della sottofamiglia degli ottoni con canneggio conico. Viene anche chiamato Corno Francese per essere distinto da quello inglese.
Il corno moderno deriva da strumenti antichi, in origine costruiti con corna di animali, e più direttamente da uno strumento del Cinquecento, detto tromba da caccia o corno da caccia.
Lo strumento cominciò ad acquisire importanza musicale solamente verso la fine del XVII secolo, quando si pensò di dargli un bocchino a forma di imbuto onde ottenere un timbro meno chiaro e squillante di quello della tromba.
Il corno possiede una macchina composta da cilindri, il cui numero può variare da 3 per il corno semplice, a 4 per quello doppio, fino a 5 per quello triplo.
Il timbro è soffice e profondo. Rispetto agli altri ottoni presenti nell'orchestra, l'estensione del corno può raggiungere quasi le 4 ottave e mezza. In orchestra viene utilizzato come strumento armonico e solistico, grazie al suo particolare timbro che "lega" molto bene gli altri suoni e può anche emergere facilmente; molti compositori dei periodi barocco, classico e romantico hanno dato importanti ruoli a questo strumento dal suono evocativo sia in campo sinfonico cameristico che in quello operistico.
Esistono corni in diverse tonalità, nella Banda principalmente sono usati i corni a pistoni in Mib.
I corni sono strumenti utilissimi nella banda, le loro parti ricalcano quelle scritte per l'orchestra.
Essi si amalgamo bene con tutti gli strumenti e si prestano al canto, all'armonia, all' assolo.
Tra gli ottoni è uno degli strumenti più difficili da suonare ed occorre esercitarsi ad ottenere una buona intonazione.